FBT nel disturbo del comportamento alimentare
Dicembre 5, 2018
Kids Food Festival
Dicembre 5, 2018

WORKSHOP DISTURBI ALIMENTARI E EMDR: UN APPROCCIO INTEGRATO TRA INTERVENTI TOP DOWN E BOTTOM UP

 

ROMA, 17/02/2018

 

La dott.ssa Sara Ugolini ha illustrato l’applicazione dell’EMDR per il trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA), attraverso l’utilizzo di una combinazione di metodiche Top-Down (cognitive) e Bottom-Up (percettivo-sensoriali).

I Dca sono patologie complesse e la comprensione dei diversi fattori (bio-psico-sociali) che contribuiscono al loro sviluppo rappresenta un elemento fondamentale per progettare un intervento di trattamento che sia il più efficace possibile nel facilitare il processo di guarigione.

Numerosi studi hanno evidenziato come una percentuale elevata di persone affette da DCA abbia sperimentato una qualche forma di evento traumatico nell’infanzia: abusi sessuali ed altri traumi infantili, anche di tipo relazionale, sono considerati uno dei fattori predisponenti per lo sviluppo di questi disturbi, I comportamenti alimentari disfunzionali, come la restrizione, le abbuffate e le condotte di compenso possono essere considerate delle strategie di coping maladattive finalizzate alla gestione delle emozioni (ansia, rabbia, vergogna, impotenza..) collegate a situazioni negative sperimentate in età infantile. L’EMDR nell’ambito dei DCA viene utilizzato sia per l’elaborazione dei ricordi traumatici, sia per il lavoro sull’immagine corporea, sulla vergogna e per il potenziamento delle risorse, contribuendo a una profonda modificazione degli aspetti emotivi, cognitivi e comportamentali, e alla scomparsa della sintomatologia.