Family Based Treatment nella cura dei disturbi alimentari in adolescenza
Dicembre 5, 2018

bty

In occasione dell’VIII° Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla, la UOSD-Disturbi del Comportamento Alimentare ASL Roma 1, in collaborazione con Fenice Lazio Onlus, TIDA e Mentis APS, presentano una rassegna di eventi dedicati alla sensibilizzazione sui Disturbi dell’Alimentazione.

La Giornata del Fiocchetto Lilla è stata promossa per la prima volta nel 2012 dall’Associazione Mi Nutro di Vita (Pieve Ligure – GE). L’iniziativa parte da un padre, Stefano Tavilla, che ha perso la figlia Giulia a soli 17 anni per bulimia (in lista d’attesa per ricovero in una struttura dedicata) e ricorre proprio nel giorno della sua scomparsa.

Lo scorso giugno, la Giornata è stata finalmente sancita dalla Presidenza del Consiglio e il 15 marzo è riconosciuto istituzionalmente come giornata nazionale contro i Disturbi dell’Alimentazione (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, n. 140 del 19.06.2018: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/…/2018/06/19/18A04218/sg).

Questa Giornata offre speranza a coloro che stanno ancora lottando e mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei DA: Anoressia, Bulimia, Binge Eating, Obesità, EDNOS, e tante e nuove forme ancora. In tutta Italia, in occasione di questa Giornata, vengono organizzati eventi di vario genere: convegni, presentazioni di libri, banchetti informativi, colorazioni lilla di fontane/monumenti ed altro.

L’evento organizzato da ASL Roma 1 in particolare ha compreso un convegno con testimonianze di esperti del settore e in una serie di laboratori dedicati ai ragazzi di varie fasce di età, con l’obiettivo di coinvolgere bambini e adolescenti in attività finalizzate alla promozione di uno stile di vita sano e a un miglioramento del rapporto con il proprio corpo e con la propria immagine.

I laboratori si sono svolti presso il Centro Giovani di Trastevere, sito in Via della Penitenza 36 dalle ore 9.30 alle ore 13.00 ed hanno coinvolto alcuni ragazzi di scuole elementari, medie e superiori. I ragazzi, a seconda dalla fascia d’età, sono stati impegnati in laboratori di Mindfull eating, per un approccio più consapevole al cibo, di Danza e Movimento terapia, per una migliore conoscenza e consapevolezza del proprio corpo. Sono seguiti altri momenti di riflessione, attraverso la visione di filmati e discussione in gruppo, sui temi del giudizio e dell’insoddisfazione corporea.

 

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

1
Ciao, posso aiutarti?
Scrivimi pure :)
Powered by